Ladri di democrazia …

… scorrendo le notizie di questi ultimi giorni, concernenti i cambio di Presidente del Consiglio, sorgono non pochi dubbi circa il rispetto della Costituzione e dei valori della democrazia. Infatti abbiamo:

  • un Presidente del Consiglio che non è stato “sfiduciato” da una o da entrambe le Camere, così come stabilito dall’Art. 94 – comma secondo della Costituzione;
  • un Presidente del Consiglio “sfiduciato” (io direi … sfanculato) da un voto della Direzione del suo partito. 136 membri della Direzione del PD che decidono le sorti dell’Italia, prevaricando le funzioni e i poteri del Parlamento;
  • un Presidente del Consiglio dimissionario che non ha ritenuto necessario informare il Parlamento e spiegare i motivi della sua decisione;
  • un Presidente della Repubblica che, ricevute e accettate le dimissioni dell’oramai ex Presidente del Consiglio, ha subito avviato le consultazioni.

Ciliegina sulla torta … il Parlamento, che voterà la fiducia al Governo Renzi, lo farà senza aver, in precedenza, dibattuto e votato la sfiducia al Governo Letta. Avremo, almeno sulla carta, due Governi: quello presieduto da Letta e quello di Renzi. Il tutto alla faccia  nostra, della Costituzione e dei principi della democrazia.

Annunci

12 thoughts on “Ladri di democrazia …

    • … vero! Sacrificano gli anni più belli della loro vita per noi e per il nostro bene! Che abnegazione! Dovremmo essere riconoscenti per la sofferenza e i patimenti che devono sopportare … invece noi, banda di ingrati, li accusiamo di ogni peccato!!

  1. e simsalabim! il governo Letta non c’è più!.. non si fa a tempo a star dietro ai cambiamenti
    alle dichiarazioni di stime e di amicizia soprattutto (#Lettastaisereno).
    Io non vorrei sentirmici, perché ne andiamo di mezzo tutti– ma un po’ la cinese lungo il fiume mi ci sento..

    • … Giova, cos’altro possiamo fare se non sederci in riva al fiume e aspettare? Oramai la volontà popolare (elezioni e\o referendum) è diventata il paravento dietro al quale i veri potenti piazzano le loro pedine. Renzi ha già dovuto chinare il capo e obbedire ai “saggi consigli” del Presidente della Repubblica circa la possibile nomina di Gratteri alla Giustizia. Il magistrato antimafia sarebbe stato l’asso nella manica del rottamatore, ma a certe persone dava assai fastidio. Troppo pericoloso avere un magistrato capace all’interno delle stanze del potere.

    • … con questo, siamo al terzo Governo non uscito dalle urne. Il tutto in nome della stabilità di governo (per chi?) e della governabilità, come se fossero le uniche condizioni da soddisfare … e il “popolo sovrano” dov’è finito??

      • …stabilità per chi…
        Mai sentito parlare dei materassi che memorizzano il corpo che vi si corica sopra? Ecco, le poltrone dei palazzi ne sono parenti…vuoi mica che le poltrone debbano adattarsi ad altri “side b”, per caso? Oppure che si debbano sostituire le poltrone? Sai i costi che ne deriverebbero per la Società??? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...