Democratico chi????? …

… vorrei porre un quesito semplice semplice agli elettori del PD, a quelli che a dicembre 2013 hanno votato alle primarie per Matteo Renzi.

Secondo voi, è democratico togliere ai cittadini la possibilità di votare per il Senato? Rientra nelle consuetudini democratiche togliere al “popolo sovrano” il potere di scegliere i propri rappresentanti? E’ questo il concetto di democrazia che alberga nella mente di Ronzie?

Siete felici come delle pasque per queste riforme “epocali” oppure percepite un accenno di fregatura? … così, tanto per sapere.

L’Unione europea non è democratica …

… “La ragione per cui abbiamo bisogno dell’Unione europea è proprio perché non è democratica. Lasciati a se stessi , i governi eletti potrebbero arrivare a fare ogni sorta di cosa semplicemente per guadagnare voti. I governi democratici non hanno sempre ragione, se i governi democratici avessero avuto sempre ragione non avremmo la situazione che abbiamo oggi: le decisioni adottate dalle istituzioni più democratiche del mondo sono spesso molto sbagliate.”

Dichiarazione resa dal Signor Barroso e riportate dal quotidiano “The Telegraph” (http://blogs.telegraph.co.uk/news/danielhannan/100056661/the-eu-is-an-antidote-to-democratic-governments-argues-president-barroso/).

 

Precariato per tutti …

… “La pretesa di creare posti di lavoro attraverso una legislazione molto restrittiva e articolata è fallita. Dobbiamo cambiare le regole del gioco”. (Renzi in conferenza stampa a Berlino)

Balle! Solo balle!

La riforma Treu del 1997 introdusse la figura contrattuale del “Co.co.co”, che avrebbe dovuto permettere ai giovani un migliore e più semplificato accesso al mondo del lavoro. Non solo, ma l’altro intento era quello di regolarizzare il lavoro interinale e le varie forme di contratti atipici. Risultato: si rese legale il precariato.

Tra i paesi dell’Unione europea, l’Italia è quello che ha proceduto alle riforme strutturali più invasive nel settore del lavoro.

Da chi pensate abbia preso spunto il Governo Schroeder nel predisporre la “Riforma Hartz”?? Chi ha istituzionalizzato il concetto di precario per intere generazioni? Chi si è inventato i lavori sottopagati, replicati in Germania sotto il nome evocativo di “minijob”??  Siamo stati noi.

Quindi, caro il nostro Ronzie, ma che cazzo stai a dire? Vuoi precarizzarci tutti? Vuoi toglierci i diritti perché sono questi i colpevoli della crisi?

Sehr gut! …

… l’ultima volta che Frau Merkel ha espresso il proprio apprezzamento per un Presidente del Consiglio abbiamo subìto: 1) riforma dell’art. 18 dello Statuto dei lavoratori 2) innalzamento dell’età pensionabile 3) inserimento dell’obbligo del pareggio di bilancio nella Costituzione 4) introduzione del Fiscal compact 5) aumento della pressione fiscale (leggasi: tasse). 

Pertanto, prepariamoci al peggio con Ronzie …

 

La così detta sinistra (posto che esista ancora) …

… “Tassare i risparmi è di sinistra, dicono.

Ora scoprite quanto sono ignoranti e in malafede:

Se hai 20 mila euro in un conto deposito che ti rende il 2%, ti porti a casa 400 euro lordi annui. Ma alla fine della fiera, tra imposta di bollo (0,2% su 20 mila = 40 euro) e ritenuta fiscale sugli interessi (26% su 400 euro= 104), ti rimane appena 256. Quindi subisci una tassazione del 36%. Tantissimo!

Se hai un milione di euro investiti sui BTP che ti rendono il 4%, a fine anno ti porti a casa 40.000 euro lordi. A questo importo va tolto lo 0,2% di imposta di bollo sul patrimonio (2000 euro) e la ritenuta fiscale del 12,5% sugli interessi (altri 5000 euro). Quindi ti rimangono in tasca 33000 euro netti e subisci una tassazione di appena il 17,5%, contro il 36% del caso precedente. Cioè 20 punti meno.

So’ de sinistra, in ItaGlia.”

Fonte: http://www.vincitorievinti.com

La memoria di un pesce rosso …

… noi italiani abbiamo una caratteristica quasi unica: possediamo una memoria equivalente a quella di un pesce rosso. Dopo tre secondi … zac! dimentichiamo tutto, o quasi. Ad esempio, abbiamo rimosso dalla nostra memoria la famosa promessa di un milione di posti di lavoro o quella di non aumentare le tasse.

Abbiamo dimenticato, anche, le enormi difficoltà che il Governo Letta incontrò a dicembre 2013 (non  un secolo fa, solo 4 mesi or sono …) nel reperire i miliardi necessari a coprire la seconda rata dell’IMU sulla prima casa. Tutto cancellato.

Così risulta alquanto semplice per il nuovo Presidente del Consiglio affermare che i soldi ci sono, che i 10 miliardi di €uro esistono, che a fine maggio in tanti riceveranno 80,00 €uro di mancia in busta paga. Nessuno però, tra i giornalisti presenti alla conferenza stampa, che abbia chiesto: “… scusi, se a dicembre abbiamo raschiato il fondo del barile per l’IMU come possiamo, ora, trovare senza difficoltà 10 miliardi?”.

Ecco perché la prima “slide” della conferenza stampa raffigurava un pesce rosso … 🙂