Debole con i prepotenti e prepotente con i deboli …

… Fonte: ANSA Il capo ultras del Napoli che, insieme ai dirigenti e alle forze dell’ordine, ha dato l’assenso all’inizio della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina all’Olimpico di Roma si chiama Gennaro, ed è il capo della curva A del San Paolo di Napoli. Seduto su una grata della curva Nord, il capo ultras ha partecipato alla trattativa che ha preceduto l’inizio dell’incontro. L’ultrà sarebbe Gennaro De Tommaso, detto “Genny ‘a carogna”, noto alle autorità per precedenti reati. Sarebbe inoltre figlio di Ciro De Tommaso, ritenuto affiliato al clan camorristico del rione Sanità dei Misso. Sulla maglietta nera di Gennaro la scritta ”Libertà per gli ultras” sul retro, e ”Speziale libero” davanti. Quest’ultima scritta si riferisce ad Antonino Speziale, l’ultrà del Catania che sta scontando otto anni per l’omicidio preterintenzionale dell’ispettore di polizia Filippo Raciti avvenuto il 2 febbraio del 2007. … ieri sera, in occasione della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, è andato in onda il peggio dell’Italia. Abbiamo potuto osservare come lo Stato, tramite suoi organi, si sia mostrato per l’ennesima volta debole con i prepotenti. Bisognava pur salvare la partita, con i suoi lucrosi diritti televisivi. Il bravo guagliò Ma alcune ore prima, all’esterno dello stadio, sono accaduti gravi eventi e le forze dell’ordine hanno dovuto affrontare situazioni assai critiche, come questa … Teppisti Roma 1 … o come questa … Teppisti Roma 2 Tutti teppisti, molti con il volto coperto, con in mano oggetti contundenti (bastoni) e con chiari intenti di violenza nei confronti delle forze dell’ordine. Quanti di loro saranno stati interpellati e portati in questura? Temo assai pochi.

Solo due giorni prima, giovedì 1° maggio 2014, lo stesso Stato ha invece mostrato la sua prepotenza nei confronti di cittadini inermi, rei solo di essere presenti nel luogo sbagliato e nel momento sbagliato. Parlo della manifestazione avvenuta a Torino, manifestazione “rovinata” da gruppi di “antagonisti e No TAV” come riportato dal quotidiano torinese La Stampa. Ecco un pericoloso “antagonista” … Bandiera rossa 1 … sì, proprio quel Signore con gli occhiali e la bandiera (di Rifondazione comunista?) sulla spalla destra viene allontanato da una carica di alleggerimento e si ritrova spalmato a terra così … Bandiera rossa 2   …oppure questa persona, che sventola il simbolo dell’eversione, ossia una bandiera No TAV … Torino Foto Dario Nazzaro  CORTEO PRIMO MAGGIO, TESNIONI ALLA PARTENZA CON ANARCHICI E NO TAV … e che dire di questi soggetti: tutti teppisti come quelli di Roma? Polizia Torino 2 … e per finire, una delle tre persone portate in questura, nel caso di specie per “resistenza a pubblico ufficiale” (Ai sensi dell’art. 337 c.p. “Chiunque usa violenza o minaccia per opporsi ad un pubblico ufficiale o ad un incaricato di pubblico servizio, mentre compie un atto di ufficio o di servizio, o a coloro che, richiesti, gli prestano assistenza, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni”)

1 maggio: scontri Torino, fermati tre antagonisti, ferito ps

… suppongo che la ragazza abbia solo minacciato di opporsi ad una delle cariche di alleggerimento e tanto è bastato.

Questa è l’Italia di oggi: se ti chiami “Genny ‘a carogna” dirigi uno stadio intero mentre se esponi i colori sbagliati al corteo del 1° maggio sei un teppista.

Le foto sono di: La Repubblica, La Stampa, La Presse, Il Corriere della Sera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...