Titolo IV – Art. 48 – comma 2

… “Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è DOVERE civico.”

Per chi non sente il dovere di votare, perché “tanto i politici sono tutti uguali”, “tanto nulla cambia” o “non me ne frega un c###zo”, oltre a esprimere il suo disinteresse per la cosa pubblica perde, di fatto, anche il diritto a contestare le decisioni prese.

Come ha detto in modo crudo una mia conoscenza … “se non voti non conti un c##zo di niente”.

 

Annunci

2 thoughts on “Titolo IV – Art. 48 – comma 2

    • … tanti si lamentano, inveiscono contro il Governo e\o i politici, ma quando hanno l’occasione di esprimere il loro dissenso con un voto … si astengono. Meglio lasciare decidere agli altri.

      Hai ragione: la parola “responsabilità” è fonte di vaste epidemie tra il popolo italico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...