Della democrazia secondo Mr. Junker …

… fonte: http://it.reuters.com/article/topNews/idITKBN0JQ1BR20141212

“Penso che i greci – che non hanno vita facile, soprattutto i più poveri – sappiano molto bene cosa un risultato sbagliato alle elezioni possa significare per la Grecia e per la zona euro”, ha detto. “Non voglio esprimere la mia opinione, ma mi piacerebbe che la Grecia venisse governata da persone (…) che capiscano la necessità dei processi europei”.

Se questo non è un messaggio “mafioso” poco ci manca. Il Presidente della Commissione europea ammonisce i greci a votare bene, pena conseguenze neanche troppo velate a danno della Grecia.

La democrazia è tollerata finché non collide con gli interessi supremi del dio denaro.

Annunci

5 thoughts on “Della democrazia secondo Mr. Junker …

  1. Junker fa riferimento ai fondamentali dell’economia, lo sport de notra tera della sinistra greca è quello di ignorare tali fondamentali e di nutrirsi 24/24 di demagogia. Il riferimento a una democrazia calpestata è fuori luogo: i greci vogliono migliori condizioni di vita e queste si ottengono rispettando le regole dell’economia, non ubriacandosi di demagogia. Junker è democratico perché cita concetti utili per tutti; chi non ci arriva a capirlo danneggia Grecia ed Europa che da tempo doveva mostrare il cartellino rosso agli ellenici.

    • … l’intervento del Presidente della Commissione europea non è altro che un tentativo di condizionare il libero arbitrio (espresso tramite il voto) dei cittadini greci. Mr. Junker può liberamente pensare tali concetti ed esprimerli in privato, ma di sicuro nessun articolo del Trattato di Roma e\o di quelli seguenti lo autorizza, in quanto Presidente della Commissione, ad esternare quello che Lui ritiene sia il “corretto” orientamento che il voto ellenico dovrebbe assumere.

      L’Unione europea è solida come si vuol far credere? Allora, non vi dovrebbe essere alcun timore (ancora meno, velate minacce) per il voto in Grecia. A meno … a meno che la spavalderia e la tracotanza di certuni celino, in verità, la paura per la scomparsa del loro gioccatolino preferito … ossia l’€uro.

  2. “Accordi segreti tra le autorità del Lussemburgo e trecento aziende in tutto il mondo, tra cui 31 in Italia, per spostare flussi finanziari enormi pagando tasse minime”. Questa la sintesi del LuxLeaks”:
    ha detto qualcosa il signor Junker in proposito?..
    poi dopo potrà mandare ammonimenti a chicchessia..

    • … la domanda che pochi (o nessuno?) hanno posto circa l’elezione di Mr Junker è: ma chi lo ha votato (tra cui il nostro Presidente del Consiglio) era sì o no al corrente di questi fatti? Non è che per caso in tanti, pur sapendo di questo trascorso poco onorevole di Mr. Junker, abbiano pensato di sfruttare a proprio vantaggio, ossia come argomento di ricatto?

      Adesso ci si è messo pure Herr Schauble a minacciare la Grecia … già, i patti vanno osservati anche se ciò significa ridurre in povertà larga parte dei greci. Viva l’Europa del capitalismo ultra liberale e viva l’Europa dello schiavismo moderno!

  3. Quanto giovanotta scrive è fuori tema. Junker focalizza la sua analisi sul funzionamento della UE. Giovanotta parla di comportamenti di Junker. Come assemblare scarpe e biglietti del cinema di Mosca. Comunque, se le aziende pagano meno tasse possono investire di più creando posti di lavori. Se pagano tasse più alte, i soldi vanno agli Stati che le utilizzano per il settore pubblico che più è tosato e meglio è.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...