I media non informano …

… in questi ultimi anni i media (intesi come l’insieme del mondo dell’informazione) hanno preso una brutta abitudine, che mette in dubbio la loro indipendenza dal potere.

I media, in nome di millantati valori etici e\o morali, di fatto ora sostengono in modo palese ed inequivocabile le posizioni dei poteri forti (quelli che pagano loro la pagnotta, per intenderci) e dei loro politici.

una immagine spiega meglio il concetto:

Macron partout

Non vi è traccia dell’altro candidato alle elezioni presidenziali in Francia. Marine Le Pen per i giornalisti non esiste.

e questa sarebbe una informazione libera e indipendente??

Annunci

La strana storia di Gabriele Del Grande …

… le prime pagine e le aperture (o quasi) dei Tg sono per lui, Gabriele Del Grande. La versione ufficiale è: arrestato senza alcun motivo e detenuto senza alcun motivo dai cattivi turchi del despota Erdogan.

Poi, girovagando per la rete, uno incespica nella seguente notizia:

http://www.sinistra.ch/?p=6415

… e i dubbi sorgono, a getto continuo, sulle vere ragioni per cui Del Grande era presente in una delle zone più sensibili di questo periodo storico. Che ci faceva lì, senza permesso stampa?

Dove sta la verità in un mondo fatto di mezze verità o, se vogliamo, di mezze bugie rese sistema?

 

 

Fillon contro Marine Le Pen …

… dopo l’attentato a Charlie Hebdo, al supermercato di Porte de Vincennes, del Bataclan, dei vari bistrot attorno al Bataclan, del 14 luglio a Nizza … ecco, dopo tutto questo orrore sparso a caso in tutta la Francia, i francesi sono preoccupati soprattutto da un argomento: la loro S I C U R E Z Z A.

I francesi non ne possono più dei giovani delinquenti delle banlieue disagiate, che accolgono a sassate (per non dire a mitragliate) i pompieri, i soccorsi del 118 e la polizia.

I francesi sono arcistufi di un presidente della repubblica deriso da tutti e incapace di prendere decisioni, se non quando il danno è oramai fatto. Vogliono qualcuno che imponga, anche con le maniere forti, il rispetto delle leggi anche in quelle zone dove la polizia o la gendarmeria non si fanno più vedere, perché “non bisogna provocare reazioni inconsulte” come ordinato dal Ministro Cazeneuve.

Ora, di fronte a questa legittima richiesta di sicurezza, cosa propone il candidato Fillon? Quali sono i principali argomenti con cui ha fatto campagna fino a questi ultimi giorni?

  1. Revisione dello Statuto dei lavoratori, in modo da facilitare i licenziamenti;
  2. innalzamento dell’età pensionabile;
  3. adeguamento delle pensioni del pubblico a quelle del privato;
  4. innalzamento dell’orario di lavoro per i dipendenti pubblici;
  5. diminuzione del numero di dipendenti pubblici;
  6. tagli lineari al bilancio dello Stato;
  7. diminuzione del debito pubblico.

I francesi voglio più sicurezza, Fillon risponde loro parlando di altro.

Nel mentre, Marine Le Pen continua a parlare di sicurezza e di immigrazione.

Secondo voi chi sarà il futuro Presidente della Repubblica francese?

 

 

Marine Le Pen su François Fillon …

… ieri, quasi a sorpresa, è uscito dal cilindro delle primarie della destra francese l’ex Premier François Fillon. Sarà, quindi, lui il candidato della destra francese per le prossime elezioni presidenziali e, quasi sicuramente, se la vedrà al secondo turno con Marine Le Pen (Hollande e il Partito socialista sono dati persino sotto al 10% …).

Marine, intervistata da BFMTV a proposito della vittoria di Fillon (l’intervista in francese è questa) dichiara che:

  1. Fillon è “il portavoce di quanto di peggio l’UE abbia prodotto dal punto di vista ideologico”;
  2. Fillon”ha il peggior programma di smantellamento sociale che sia mai esistito come il peggior programma europeista. Mai nessun candidato si è spinto così tanto nel sottomettersi alle pretese ultra liberiste della UE”.

Fillon, di fatto, vuole applicare quanto avvenne in Italia con il governo di Monti: austerità, austerità e ancora austerità. Fino a distruggere la domanda interna e, con essa, le piccole e medie imprese.

Se Fillon porterà avanti un simile progetto politico senza, al contempo, rassicurare su immigrazione e sicurezza, non sarei sorpreso che Marine Le Pen diventi Presidente.

Della “deforma” costituzionale …

… fonte: aostasera.it (l’articolo è questo)

“Garantite le Speciali”: l’Union Valdôtaine si schiera per il Sì al referendum del 4 dicembre”.

 

Art. 17 dello Statuto speciale della Valle d’Aosta

“L’ufficio di consigliere regionale è incompatibile con quello di membro di una delle Camere o di un altro Consiglio regionale, ovvero del Parlamento europeo”.

…azz! la VDA è così garantita dalla “deforma” costituzionale” che da subito non avrà alcun senatore proveniente dal Consiglio regionale.