I media non informano …

… in questi ultimi anni i media (intesi come l’insieme del mondo dell’informazione) hanno preso una brutta abitudine, che mette in dubbio la loro indipendenza dal potere.

I media, in nome di millantati valori etici e\o morali, di fatto ora sostengono in modo palese ed inequivocabile le posizioni dei poteri forti (quelli che pagano loro la pagnotta, per intenderci) e dei loro politici.

una immagine spiega meglio il concetto:

Macron partout

Non vi è traccia dell’altro candidato alle elezioni presidenziali in Francia. Marine Le Pen per i giornalisti non esiste.

e questa sarebbe una informazione libera e indipendente??

Annunci

Macron presidente? …

… il prossimo 7 maggio, i francesi dovranno scegliere chi, tra Macron e Marine Le Pen, sarà il Presidente della Repubblica. Alcuni elettori, riferendosi ai due candidati, hanno definito tale scelta come impossibile: sarebbe come scegliere tra la peste e il colera.

Mettendo da parte i sentimenti (amore\odio) si rimane interdetti dal personaggio Macron e dal suo percorso politico. Lui (Macron) è un ex di tante cose: ex “enfant prodige” dell’ENA, ex pupillo di Jacques Attali (principale artefice dell’€uro e del trattato di Maastricht) ex della banca d’affari Rotschild, ex ministro delle finanze del governo Hollande.

Ora, questo signore ambisce ricoprire la carica di Presidente della Repubblica per i prossimi 5 anni. Per fare ciò, si presenta come l’uomo nuovo (!), né di destra né di sinistra, rassicurante quel tanto da ottenere i voti dei francesi preoccupati da Marine Le Pen .

Questo signore, in realtà, è un fake di portata gigantesca: il suo obiettivo è tutelare gli interessi di chi gli ha messo a disposizione i fondi (tanti) necessari a creare dal nulla il suo movimento. Degli interessi degli elettori non se ne cura, se non a parole e in modo sommario: dei senza lavoro, dei poveri (sempre di più come in Italia), delle banlieu e dei mussulmani non ne parla. Lui si crogiola nel disquisire di economia e basta.

Il signore si dichiara “anti-sistema” ma, in realtà, ci sguazza dentro da tempo immemore e non ha cambiato idea in merito. Basta guardare chi è salito sul suo carro in queste ultime settimane di campagna elettorale: Ségolène Royal (ex moglie di Hollande), Robert Hue (ex segretario del PCF … PARTITO COMUNISTA FRANCESE!!!!!), Valls e ieri sera anche François Hollande. Praticamente mezzo PS ha traslocato in casa sua.

Questo signore è invischiato nei più profondi meandri degli apparati politici ed economici che hanno guidato (male) la Francia in questi ultimi anni. Lui non potrà MAI risolvere i problemi (tanti) perché LUI ne è stato, assieme ad altri, il principale artefice. Date un’occhiata a questi diagrammi (fonte: www.icebergfinanza.finanza.com)

Francia-1024x530

L’unica eccezione è data da Parigi, ma lì le cose vanno sempre in modo diverso dal resto della Francia.

Ebbene, là dove c’è una forte disoccupazione c’è una forte base elettorale per Marine Le Pen e, considerata la smodata adorazione di Macron per il concetto di austerità espansiva, non potrà che aumentare. Quello che Macron e i suoi burattinai non vogliono ammettere è che Marine trae forza politica proprio dalla miseria indotta dalle loro politiche economiche assurde. Marine ascolta e si fa la portavoce dei francesi in difficoltà, a quelli che si sentono dimenticati dalla politica.

Anche se Marine Le Pen non dovesse vincere le elezioni, avrebbe comunque l’occasione per rifarsi e con gli interessi con le elezioni politiche di giugno. Anzi, è molto probabile che in caso di vittoria di Macron il 7 maggio, a giugno gli elettori lo castighino dandogli una maggioranza contraria. La famosa “cohabitation” di Mitterrand con Chirac e di Chirac con Jospin.

Le due forze si annullano.

La strana storia di Gabriele Del Grande …

… le prime pagine e le aperture (o quasi) dei Tg sono per lui, Gabriele Del Grande. La versione ufficiale è: arrestato senza alcun motivo e detenuto senza alcun motivo dai cattivi turchi del despota Erdogan.

Poi, girovagando per la rete, uno incespica nella seguente notizia:

http://www.sinistra.ch/?p=6415

… e i dubbi sorgono, a getto continuo, sulle vere ragioni per cui Del Grande era presente in una delle zone più sensibili di questo periodo storico. Che ci faceva lì, senza permesso stampa?

Dove sta la verità in un mondo fatto di mezze verità o, se vogliamo, di mezze bugie rese sistema?

 

 

3 miliardi e 900 milioni di Euro …

… sappiate, gentili lettori, che il nostro esimio governicchio ha stimato in Euro 3 miliardi e 900 milioni di Euro la modica cifra necessaria per la gestione delle risorse umane extraeuropee (immigrati).

Per gli immigrati si trovano le risorse (tante) e nessuno protesta per l’aumento del debito pubblico.

Però, quando si tratta di aiutare i terremotati o migliorare la sanità, l’istruzione pubblica etc. d’improvviso i governicchio si ricorda della parola “austerità” e del debito pubblico.

Ma che vadano con vivo trasporto emotivo aff…lo!

La verifica della notizia ce l’avete qui: http://uk.reuters.com/article/uk-europe-migrants-italy-asylum-idUKKBN17D2JA

C’è poco da festeggiare …

… L’allegra comitiva UE, che commemora oggi se stessa, parla di principi etici e decanta i risultati positivi (!) ottenuti in questi 60 anni (la possibilità di produrre formaggio con latte in polvere, ad esempio …).

Risultati che SOLO ed UNICAMENTE loro vedono, accecati come sono dal loro egoismo e dalla loro infinita ambizione.

Questa UE NON è per i popoli europei (provate a chiedere ad un greco se è contento della UE), ma è funzionale SOLO al benessere del capitalismo finanziario. Per la UE viene PRIMA il dio denaro, poi … ma molto “poi” segue il bene dei cittadini.

Quindi, oggi c’è poco da festeggiare …

P.S.: il detto “chi si loda s’imbroda” calza a pennello per i festeggiamenti odierni.

Mercanti di immigrati …

… Fonte: analisidifesa.it (l’articolo lo trovate qui)

“L’unica opzione attuabile per Italia e Ue è riportare in Libia i migranti appena raccolti in mare ma invece di attuarla e di impedire alle navi delle ong di sbarcare i clandestini in Italia il governo Gentiloni la ignora”.
“Anzi, tra domenica e lunedì ben 5.100 clandestini hanno raggiunto l’Italia per un incasso netto dei trafficanti di 15/20 milioni di euro.”

Capito?

I mercanti di immigrati, senza più rischiare alcunché,visto che al trasporto di questi disperati ci pensano le navi delle ONG, guadagnano somme importanti.

Non penserete mica che questi lascino perdere un mercato così lucroso. Quale altra attività permette di guadagnare in 2 giorni 20 milioni di Euro?????

Non crederete mica che questi qui molleranno l’osso così facilmente, come alcune anime pie italiane credono ancora?

Fare accordi con questi pendagli da forca è un insulto alla decenza.

Senza un intervento deciso e “muscolare”, senza andare a colpire duro i loro guadagni e le loro vite, questi mercanti di immigrati continueranno la loro attività, prendendoci pure per il Kulo come fanno adesso …

La fine della sinistra …

…Fonte: @AlbertoBagnai

“Rivendicando l’euro la sinistra italiana si è suicidata politicamente, perché l’euro è il coronamento di due progetti non esattamente di sinistra: il progetto imperialista della Germania e il progetto di “disciplina” dei sindacati mediante il vincolo esterno, caro alle classi dominanti dei paesi periferici”.

Indifferente al mondo reale, la sinistra italiana prosegue il suo percorso verso la scomparsa …